Salute

Tumore al seno: protocollo sperimentale con iniezione sottocutanea

Paziente trattata con una cura sperimentale per eliminare il tumore al seno con farmaci biologici.

E’ stata trattata al Pascale di Napoli, una donna affetta da tumore al seno, che per la prima volta si è sottoposta a una nuova formula di farmaci biologici.

Per lei sono stati uniti due anticorpi monoclonali: il Trastuzumab e Pertuzumab, iniettati come soluzione sottocutanea unica. E gli effetti registrati sono estremamente incoraggianti!

Si tratta di una vera rivoluzione per le pazienti che devono lottare contro questo tipo di cancro. Bastano pochi minuti per eseguire il trattamento, che è stato analizzato e studiato grazie a un team che ha seguito questa terapia pre-operatoria sperimentale.

Quali sono gli effetti positivi di questo trattamento contro il tumore al seno

Il direttore dell’Oncologia senologica del Pascale, il signor Michelino de Laurentiis, ha voluto spiegare gli effetti benefici di questo mix biologico, descritto come il “più efficace nella terapia pre-operatoria del tumore al seno”. Al momento però tale combinazione non è rimborsabile da parte del Sistema Sanitario Nazionale, e quindi può essere somministrato solo per protocolli sperimentali.

Con questi due anticorpi monoclonali si inizia una novità dal peso mondiale. Può essere somministrata come iniezione alle pazienti con tumore HER 2 positivo. Di norma va fatto prima dell’intervento vero, in modo da ridurre del 95% la massa. Come spiegato dal direttore, pare che nel 70-80% dei casi è possibile farla sparire completamente.

Che cos’è il tumore HER 2 positivo

Alcune donne potrebbero non saperlo, ma è opportuno conoscere di che cosa stiamo parlando per capire come e quando agire.

Questo tipo di cancro, che grazie a questa scoperta potrebbe essere sconfitto più facilmente, colpisce in media, all’anno, ben 10.000 donne solo nel nostro Paese.

Il lavoro svolto dall’Istituto di Napoli potrebbe presto avviare un nuovo capitolo sulla cura del tumore alla mammella. Il livello di ricerca del Pascale ha portato a cercare sempre strade innovative e fonti di finanziamento nuove. Questo perché i ricercatori e medici che lavorano al suo interno sono certi che si tratti di una scelta giusta.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RICEVERE LE OFFERTE: CLICCA QUI


Tags

Alessandra

Web writer nata e cresciuta a Bologna, tra tortellini e canzoni di Lucio Dalla e Gianni Morandi. Studentessa di Lettere Moderne con la passione per la scrittura.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sgonfia la Pancia ed Elimina i GrassiSCOPRI DI PIU'