SaluteSESSO

Rimedi per l’eiaculazione precoce: tutto quello che c’è da sapere

L’eiaculazione precoce è uno dei disturbi sessuali più diffusi tra gli uomini e nonostante non si tratti quasi mai di una malattia grave, se non affrontata nel modo corretto può creare tensioni, incidendo negativamente sul benessere della coppia. Fortunatamente però, esistono numerosi rimedi per l’eiaculazione precoce.

Vediamo quindi i principali, analizzandone i pro e i contro.

Farmaci e Compresse per l’eiaculazione: un’opzione da non sottovalutare

Se affrontata dal punto di vista medico, l’eiaculazione precoce prevede la somministrazione di specifici farmaci, o integratori che in molti casi si sono dimostrati efficaci.

Un esempio è Bio Tauro, un integratore alimentare in compresse molto utile come rimedio per eiaculazione precoce, oltre che risolvere il problema della disfunzione erettile, e ti aiuta ad allungare ed ingrossare il pene.

Creme, spray e preservativi ritardanti: sono davvero il rimedio migliore?

Poiché l’eiaculazione precoce è spesso associata a un’ipersensibilità dell’apparato genitale maschile, si è pensato bene di inventare dei prodotti per renderlo meno sensibile.

Contenendo sostanze anestetizzanti, questi prodotti, sotto forma di creme, spray o semplicemente preservativi, diminuiscono la sensibilità del pene, ritardando l’eiaculazione.

Ma sono davvero così efficaci?

Se è vero da una parte che effettivamente svolgono un’azione ritardante, è altrettanto vero, dall’altra, che presentano molti contro tali da renderli molto spesso poco indicati.

Oltre ai potenziali effetti collaterali (piuttosto fastidiosi), non va dimenticato che questi prodotti non risolvono il problema alla radice, ma lo mascherano soltanto. Chi ne ricorre è quindi costretto a farne uso a lungo termine.

Esercizi per l’eiaculazione precoce: e se fosse questa la chiave?

Come riportato da questo sito che parla di rimedi per l’eiaculazione precoce, il problema può essere efficacemente affrontato attraverso una serie di esercizi di rieducazione sessuale.

Secondo l’autore, infatti, l’eiaculazione precoce sarebbe un problema di natura perlopiù psicologica, e che quindi può essere affrontato attraverso una serie di esercizi mentali.

Questi prevedono alcuni esercizi di meditazione (molto utili per favorire il rilassamento), alcune tecniche di respirazione e alcuni trucchi finalizzati a ritardare il più possibile l’eiaculazione.

Invitiamo i nostri lettori a consultare il sito qualora volessero approfondire l’argomento.

Tiriamo le somme: quale rimedio per l’eiaculazione precoce è il migliore?

La risposta non può che essere calibrata sulle esigenze della singola persona. Qualora siano presenti patologie di natura fisica o psichiatrica, il ricorso a una figura medica è sicuramente necessario per impostare una terapia farmacologica opportuna.

Nel caso in cui si cerchi un rimedio rapido e immediato (ma, di conseguenza, non a lungo termine), creme, spray o preservativi ritardanti possono dare invece qualche speranza.

Se si cerca una soluzione al problema sì impegnativa in termini di tempo, ma definitiva, gli esercizi per l’eiaculazione precoce potrebbero essere infine il rimedio più indicato.

 

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RICEVERE LE OFFERTE: CLICCA QUI


Tags

Redazione

Curiamo la redazione di Curarsibene.it con passione ed impegno, cercando di dare quante maggiori informazioni utili ai nostri lettori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DEPILAZIONE A LUNGO TERMINESCOPRI DI PIU'