PROSTATITE

Prostatite sintomi e disturbi urinari

Colpisce il 53 % della popolazione maschile e interessa uomini di tutte le età anche se mostra un’incidenza maggiore nella fascia che vai dai 30 ai 50 anni: è la prostatite, una patologia a carico della prostata causata da un’infiammazione o da un’infezione. Questo disturbo presenta una serie di sintomi che possono variare da uomo a uomo o che addirittura possono essere del tutto assenti. In questo articolo ci occuperemo in modo approfondito della prostatite sintomi urinari e di come alleviare i possibili disagi.

Prostatite: sintomi e disturbi urinari

Per comprendere l’insieme della sintomatologia a carico della prostata ingrossata è necessario fare una distinzione fondamentale. Non esiste un solo tipo di prostatite. La ricerca medico-specialistica ne ha individuati ben 4: prostatite cronica o sindrome del dolore pelvico cronico, prostatite batterica acuta, batterica cronica e asintomatica. Ognuna di queste patologie, fatta eccezione per l’asintomatica, porta con sé una serie di disturbi ben precisi che riguardano l’apparato urinario, la sfera sessuale e la salute in generale dell’organismo maschile. Vediamoli nel dettaglio.

PRODOTTO CONSIGLIATO PER LA CURA DELLA PROSTATITE

Prostatite batterica acuta

La prostatite batterica acuta è, come dice lo stesso nome, un’infezione a carico della ghiandola prostatica che insorge in modo rapido e improvviso. In questo tipo di patologia apparato urinario e infezione sono strettamente connessi perché, la maggior parte delle volte, l’insorgere di tale disturbo è correlato alla presenza di infezioni urinarie concomitanti o pregresse. In parole povere se il soggetto accusa una cistite o un’uretrite, i batteri che le hanno causate possono diffondersi facilmente nella prostata. Altre cause riguardanti questa patologia sono rintracciabili in infezioni di natura sessuale oppure intestinali.

Sintomi

I sintomi di questa prostatite sono la presenza di una febbre alta con brividi che interessano tutto il corpo, come se il paziente avesse contratto l’influenza. I dolori si fanno abbastanza intensi nella zone dei genitali, lungo le pelvi, nella zona lombare e intorno l’ano. A volte compaiono nausea e vomito mentre i dolori muscolari sono presenti e continui. Questa infezione può causare problemi di infertilità, riducendo la motilità degli spermatozoi.

Prostatite: sintomi urinari in caso di infezione batterica acuta

I disturbi urinari di questo tipo di prostatite sono molto specifici. Accanto a una minzione difficile, lenta e a volte dolorosa, fa la sua comparsa un bisogno impellente di urinare soprattutto durante la notte. Il sintomo più tipico è la sensazione di dover fare sempre pipì anche se l’emissione è scarsa, ridotta e maleodorante. Può comparire del sangue (ematuria) e la vescica non viene mai svuotata completamente. I rapporti sessuali sono difficili e dolorosi.

Prostatite batterica cronica

La prostatite batterica cronica è un’infezione della prostata che compare gradualmente ed è meno dolorosa rispetto a quella acuta. Il dolore ha un ritmo ben preciso in quanto i pazienti che ne sono affetti lo descrivono come uno spasmo che va e viene, alternando quindi periodi in cui si sta relativamente bene ad altri in cui la sofferenza è più accentuata. Questa infezione dura almeno 3 mesi ed è la conseguenza di infezioni urinarie ricorrenti, di una prostatite acuta non curata in modo adeguato oppure la conseguenza di un’infezione a carico dei testicoli. Ma quali sono i sintomi di questa prostatite?

Sintomi della prostatite batterica cronica

Quando si è affetti da prostatite cronica, il dolore insorge lentamente ma in modo graduale insinuandosi nella zona bassa della schiena, nell’inguine e alla base del pene. In concomitanza di questi sintomi fa la sua comparsa anche una leggera febbre che difficilmente supera i 38 °C. L’eiaculazione è dolorosa, i rapporti difficili e i movimenti intestinali provocano una certa sofferenza a carico dell’addome e della parete pelvica. La fertilità può essere compromessa dalla carica batterica.

I disturbi urinari nella prostatite acuta

In questa prostatite sintomi urinari sono molto specifici. Si avverte un bisogno continuo di urinare, i medici hanno calcolato che la sensazione di dover correre in bagno si verifica più di 8 volte al giorno. Questo avviene perché la vescica inizia a contrarsi anche con piccole quantità di urina quindi il paziente fa pipì più spesso ma difficilmente ha la sensazione di un completo svuotamento. Spesso le urine sono maleodoranti e a volte possono contenere tracce di sangue. Il flusso è debole e ridotto e si avverte la sensazione di non riuscire a resistere allo stimolo.

PRODOTTO CONSIGLIATO PER LA CURA DELLA PROSTATITE

Prostatite cronica o del dolore pelvico cronico

Negli anni ’60 era conosciuta come prostatodinia. Oggi la sindrome del dolore pelvico ricorrente è classificata come la prostatite più frequente negli uomini. Le cause che la scatenano non sono ancora del tutto certe, quello che sappiamo è che non ha una natura batterica e compare gradualmente.

Sintomi e disturbi urinari nel dolore pelvico cronico

Il dolore compare nella zona centrale dell’addome, tra lo scroto e l’ano e nella parte bassa della schiena de dura almeno 3 mesi. Il paziente avverte dolore e bruciore a carico dell’uretra durante e dopo la minzione. Gli altri sintomi sono sovrapponibili a quelli delle altre prostatiti. Il flusso urinario è debole, interrotto, difficile. L’eiaculazione è dolorosa e l’erezione diventa problematica.

Prostatite: come curarla?

Farmaci antinfiammatori, antibiotici, rilassanti muscolari sono soltanto alcuni dei rimedi che la medicina ufficiale propone a chi soffre di prostatite. Eppure, nella maggior parte dei casi, un trattamento farmacologico mirato non riesce a risolvere il problema alla radice.

Curare la prostatite cronica si può, basta scegliere una strada che ponga il benessere del paziente al centro del trattamento. Uno stile di vita attivo, un’alimentazione ricca di sali minerali e vitamine, un’idratazione costante e l’utilizzo di un rimedio sicuro come Prostatricum possono fare la differenza.

Prostatricum è totalmente naturale. Al suo interno principi attivi come il saw palmetto, il gingko biloba, l’echinacea e lo zinco sono formulati e combinati per dire addio una volta per tutte alla prostatrite cronica senza l’ausilio di farmaci.

Questo innovativo rimedio ripristina non solo la libido e la funzione erettile, ma risolve i processi infiammatori a carico dell’apparato urinario e pelvico, scongiurando in questo modo la crescita dell’adenoma prostatrico. Sicuro per gli uomini di ogni età, è totalmente privo di effetti collaterali.

Tags

Redazione

Curiamo la redazione di Curarsibene.it con passione ed impegno, cercando di dare quante maggiori informazioni utili ai nostri lettori.

Articoli correlati

2 Commenti

    1. Buongiorno, Prostatricum non ha controindicazioni con altri farmaci. Per quanto riguarda la durata di assunzione è soggettivo, le consiglio quindi di compilare i dati nel modulo d’acquisto che trova a questo link (CLICCA QUI) in modo che uno specialista la contatta e le spiega tutto nel dettaglio. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.