Cucina e alimentazione

Piperina e Curcuma Plus Controindicazioni Aggiornate 2019

Piperina e Curcuma Plus Controindicazioni Aggiornate 2019

L’integratore a base di piperina e curcuma Plus è un mix perfetto per tutti coloro che desiderano perdere peso. Le due sostanze sono naturali al 100% e, proprio per questo motivo, non hanno particolari controindicazioni anche se le pastiglie devono essere assunto con alcune attenzioni che vedremo in seguito.

Piperina e Curcuma Plus a cosa serve

L’integratore a base di piperina e curcuma Plus è un insieme di ingredienti completamente naturali che apportano all’organismo una serie di benefici.
In primo luogo queste pastiglie vengono assunte da chi vuole dimagrire poiché la corretta combinazione della curcuma insieme alla piperina permettono una reale e durevole diminuzione di peso.

La piperina, sostanza che deriva dal pepe, stimola la termogenesi dell’organismo trasformando in energia tutte le calorie che vengono assunte durante la giornata. La curcuma invece, è una spezia caratterizzata da diverse proprietà antinfiammatorie, antinfiammatorie e, tra le altre cose anche depurative.

La combinazione di questi due elementi comporta appunto un dimagrimento poiché la piperina trasforma le calorie in energia diminuendo l’accumulo di adipe e, nello stesso momento, la curcuma purifica e depura i reni, il fegato e gran parte dell’organismo aumentando la diuresi e permettendo quindi un’ottima azione drenante.

Piperina e curcuma Plus: come usare l’integratore per dimagrire

In linea generale il prodotto si presenta in una confezione comprensive di 60 capsule di facile assunzione. Per fare in modo che le sostanze facciano effetto occorre prendere due capsule dopo pranzo e due capsule dopo cena al giorno. Il produttore premette che l’assunzione deve avvenire a stomaco pieno e quindi dopo i pasti.
Utilizzando il prodotto in maniera costante è possibile verificare con i propri occhi un effettivo dimagrimento e un benessere generale del proprio benessere fisico e mentale.

Piperina e curcuma Plus: i benefici

I benefici prodotti dalla corretta combinazione della piperina unita alla curcuma sono diversi. In primo luogo si ha appunto un reale dimagrimento che risulta durevole nel tempo.
Oltre a questo è possibile verificare un miglioramento del benessere fisico e mentale nella sua totalità.

La piperina permette di:

– ridurre le infiammazioni interne,

– stimolare la diuresi,

– rilassare i muscoli,

– migliorare l’umore,

– aumentare l’energia e la vitalità,

– aumentare la concentrazione,

– stimolare il processo metabolico

-l’assorbimento dei principi attivi presenti negli alimenti.

La curcuma ha queste proprietà:

– depura l’organismo,

– migliora il processo digestivo

–  agisce come analgesico

– antinfiammatorio

– favorevole nel combattere le cellule tumorali(risulta da studi scientifici).

 

Piperina e curcuma Plus fanno male?

Come ogni altro integratore, un uso eccessivo del prodotto può in effetti provocare dei disturbi. Per questo motivo è sempre bene non superare le dosi consigliate e il periodo di tempo di assunzione. Un consumo eccessivo può comportare, anche in soggetti sani, nausea, diarrea, acidità di stomaco, insonnia o disturbi del sonno e aumento dei valori nel sangue di fenitoina, curcumina e teofillina.

Le controindicazioni aggiornate al 2019 sottolineano inoltre alcuni limiti di questo integratore che non deve essere mai assunto da:

– dai bambini

– da donne in gravidanza e allattamento

– da quelle persone che sono soggette ad alcune patologie come gastrite, ulcere, reflusso, ipertensione, emorroidi e disturbi epatici.

È inoltre consigliabile non assumere l’integratore piperina e curcuma Plus se si hanno i seguenti problemi:

– alla cistifellea,

– calcoli alla coleicisti e alle vie biliari,

– occlusione delle vie biliari,

– ulcera gastrica e insufficienza epatica.

Infine viene sconsigliato l’utilizzo dell’integratore a tutte quelle persone che presentano dei problemi strettamente connessi alla coagulazione del sangue.

Piperina e curcuma Plus: effetti collaterali dell’assunzione insieme a farmaci

Oltre ai problemi precedentemente elencati è bene fare attenzione ad assumere l’integratore piperina e curcuma Plus quando si stanno già prendendo alcuni farmaci poiché la combinazione delle sostanze potrebbe provocare delle reazioni pericolose.

La curcuma e la piperina, infatti, risultano incompatibili con i principi contenenti in alcuni farmaci che devono essere assunti obbligatoriamente da alcune persone che presentano delle patologie da tenere sempre sotto controllo.

In base agli studi è bene evitare di assumere piperina e curcuma quando si prendono:

– antistaminici,

– farmaci per il diabete,

– anti acidi,

– anti coagulanti e anti trombotici.

Le persone che assumono degli antistaminici devono prestare particolare attenzione ad assumere piperina e curcuma perché la combinazione delle sostanze presenti nei diversi prodotti crea una sorta di contrasto tra i principi specifici attive e dare luogo alla nascita di controindicazioni come asma, eruzioni cutanee e prurito.

Chi si trova in cura per il diabete deve evitare di assumere piperina e curcuma.

I farmaci per il diabete, infatti, puntano a ridurre la quantità di zucchero presente nel sangue come pure la piperina e la curcuma che, in assenza di altri medicinali, sono una combinazione perfetta per tutti coloro che soffrono di diabete o di colesterolo alto. Tuttavia, la combinazione dei farmaci per il diabete con l’integratore di piperina e curcuma, rischia di abbassare troppo il livello di zucchero nel sangue e portando a un rischio di ipoglicemia connesso a disturbi come al di testa, giramenti di testa, tremore, ancia e offuscamento della vista.

Chi utilizza degli antiacidi per ripristinare il livello di acidità dell’intestino deve limitare l’utilizzo dell’integratore poiché il rischio è quello di avere effetti collaterali come nausea generale, gonfiore di stomaco e dolore all’addome. Questo succede perché i farmaci antiacidi svolgono la stessa funzione della curcuma e della piperina e quindi l’uso combinato risulta eccessivo.

Le persone che utilizzano farmaci anti coagulanti e anti trombotici come per esempio l’eparina o la cardioaspirina devono evitare di assumere la curcuma e la piperina poiché aumenta il rischio di emorragie interne provocato da sostanze che svolgono il compito di ridurre i coaguli nel sangue e favorire la circolazione.
Prima di assumere l’integratore piperina e curcuma è quindi sempre consigliabile chiedere il parere del proprio medico curante.

Tags

Redazione

Curiamo la redazione di Curarsibene.it con passione ed impegno, cercando di dare quante maggiori informazioni utili ai nostri lettori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.