Salute

La calvizie: tipologie e cause

Rimedi per la caduta dei capelli con Foltina Plus

La calvizie è un problema che assilla principalmente gli uomini, ma non esclude di colpire anche la popolazione femminile. I capelli cadono comunemente in determinati periodi dell’anno, durante i cambi di stagione o in momenti particolare della vita di ciascuno; un adulto sano perde normalmente fra i 50-100 capelli al giorno, la situazione può invece diventare preoccupante se ogni mattina quando vi alzate, il vostro cuscino è pieno di capelli.

La salute dei capelli e quindi del cuoio capelluto, fa da specchio alla salute generale della persona, sia da un punto di vista fisico che strettamente psicologico. L’aspetto psichico gioca un ruolo importante, infatti, il semplice stress emozionale può portare a una perdita transitoria o permanente dei capelli.

Rimedi per la caduta dei capelli: Foltina Plus

Foltina Plus è un valido alleato per arrestare la caduta dei capelli. Infatti non solo interrompe subito la caduta dei capelli, ma ne riattiva anche la ricrescita. Anche nei casi più gravi, grazie alla presenza di Arginina Serenoa e Fieno Greco, la ricrescita è garantita. Il tutto senza dover effettuare costosi trapianti e senza utilizzare pericolose sostanze chimiche. Si può avere sempre a portata di mano grazie alla comoda confezione spray. Inoltre è senza oli in modo tale da lasciare sempre i capelli perfettamente puliti.

Come usare Foltina Plus ?

MODALITA’ D’USO: Spruzzare una piccola quantità di prodotto su tutte le aree da trattare. Massaggiare delicatamente per fare assorbire il prodotto.

Il tipo di alopecia che si riscontra più comunemente è quella androgenetica, causata da una particolare suscettibilità del follicolo pilifero. Generalmente due sono le cause concomitanti dell’alopecia androgenetica, gli ormoni androgeni (cioè quelli maschili) e la genetica, quindi la predisposizione ereditaria alla calvizie. La sensibilità del follicolo pilifero nei confronti degli ormoni androgeni maschili influenza la comparsa e la gravità della calvizie. In questo tipo di alopecia il diradamento dei capelli riguarda le tempie, la fronte e la parte centrale del cranio. Questo tipo di calvizie colpisce circa il 70% degli uomini e il 40% delle donne, soprattutto dopo la menopausa.

Altra forma di alopecia è quella areata, che si manifesta con chiazze rotonde sparse sulla testa, la caduta è rapida ma generalmente di tipo transitorio. La causa scatenante di questa tipologia di calvizie è uno stato infiammatorio a carico dei follicoli piliferi. Esistono forme di alopecia areata più o meno grave, in queste ultime la caduta può riguardare addirittura tutti i peli del corpo. Maschi e femmine sono colpiti in egual misura da questa patologia, che può verificarsi potenzialmente a qualsiasi età ma più frequentemente in età adulta. Nella maggior parte dei casi i capelli ricrescono in modo spontaneo, anche se le ricadute non sono da escludere.

L’alopecia generalizzata, è invece una forma piuttosto rara di calvizie, che porta a un vero e proprio letargo dei bulbi piliferi. Se questo letargo dura più di due mesi, ecco che si verifica la caduta totale dei capelli. Le cause scatenanti sono in realtà fattori esterni, come malattie prolungate, cure chemioterapiche, stress aggravato, febbre e interventi chirurgici. L’alopecia di tipo generalizzato, non è quasi mai totale, quanto piuttosto di tipo parziale, giacché permane sul cuoio capelluto una peluria uniforme.

Infine l’alopecia localizzata è una delle più complesse, poiché si manifesta come lesione permanente del cuoio capelluto, per cui la radice del capello risulta gravemente traumatizzata; avviene in seguito a determinati stimoli, ad esempio ustioni, radioterapia, tumori della pelle o anche malattie come il lupus. Nelle donne questa tipologia di alopecia può essere causata anche dai continui trattamenti estetici del capello, tinture, permanenti, stiramenti, eccessivo e scorretto uso del phon.

Sintomatologia della calvizie

La sintomatologia della calvizie può manifestarsi durante l’adolescenza, ma si acuisce soprattutto in età adulta. Lavaggio, asciugatura e pettinatura del capello, sono le attività in cui è possibile riconoscere i primi sintomi della calvizie. Quantità eccessive di capelli possono restare incastrate nel pettine o nella spazzola, oppure cadere nella doccia dopo un semplice shampoo. Il diradamento si verifica con un arretramento dell’attaccatura dei capelli, ma ancor prima con un assottigliamento del capello stesso, che va così incontro a un ciclo di crescita più corto. Un capello assottigliato cadrà con un’incidenza maggiore rispetto alla normalità. La caduta dei capelli può inoltre essere accompagnata da prurito, e dalla perdita di peli in altre zone del corpo, comprese barba, baffi e sopracciglia.

Il coinvolgimento emotivo, di questo disturbo, è decisamente notevole, seppur la calvizie non dia dolore, ne pregiudichi la normale vita quotidiana, presenta sviluppi pesanti da un punto di vista psicologico e di accettazione di se stessi. A questo proposito non dobbiamo dimenticare che curare la mente fa bene in primis al corpo; diventa quindi di buon auspicio curare anche l’aspetto psichico ed emotivo del paziente affetto da alopecia, poiché chi ne soffre vive contrastanti sentimenti, talvolta inespressi, caratterizzati principalmente da imbarazzo, inadeguatezza e vergogna.

 

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RICEVERE LE OFFERTE: CLICCA QUI


Tags

Redazione

Curiamo la redazione di Curarsibene.it con passione ed impegno, cercando di dare quante maggiori informazioni utili ai nostri lettori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PRODOTTO DELL'ANNO !SCOPRI DI PIU'