Cucina e alimentazione

Esempi di dieta per dimagrire: Guida aggiornata 2019

Che cos’è una dieta per dimagrire

Una dieta dimagrante si pone l’obiettivo di perdere i chili di troppo, che sono provocati dall’accumulo di tessuto grasso in determinate parti del corpo, principalmente fianchi, glutei, interno cosce, schiena ed avambraccia.

Per ottenere questo risultato è necessario ridurre la quantità di calorie introdotte con il cibo, impostando uno schema dietetico ipocalorico, in modo tale che l’organismo sia in grado di consumare quelle accumulate.
Tuttavia è necessario evitare che tale regime alimentare possa in qualche modo mettere in pericolo la salute, oppure che comprometta il corretto funzionamento metabolico.

Pertanto una dieta per dimagrire deve essere equilibrata (senza eliminare completamente nessun elemento nutrizionale), non troppo drastica, limitata nel tempo, e soprattutto deve venire impostata secondo alcune regole, tra cui la più importante è rappresentata dal rispettare uno stile di vita corretto. E’ infatti consigliabile effettuare regolare attività fisica per almeno trenta minuti al giorno e dormire dalle sette alle otto ore ogni notte.

PRODOTTO CONSIGLIATO PER DIMAGRIRE- Piperina & Curcuma: 

Brucia il Grasso in eccesso

Brucia gli accumuli di adipe, anche a riposo, ripristinando i tessuti per riportarli allo stato originale. Una corpo in forma, senza ore di allenamento.

Velocizza il metabolismo

Un metabolismo più veloce consuma più calorie e permette all’organismo di essere più veloce nei processi digestivi e di assimilazione selettiva.

Riduce il senso di fame

Abituare il tuo corpo ad uno stato di sazietà è il primo passo per aspirare ad una perdita di peso. Grazie all’azione combinata degli ingredienti naturali.

Depura fegato ed intestino

Dopo anni di cibo spazzatura ogni corpo che si rispetti ha bisogno di un trattamento detox. Depurare fegato, reni ed intestino aiuta a mantenere la forma a lungo.

Per saperne di più su Piperina e Curcuma o per ordinare il prodotto in offerta clicca qui sotto:

 

Come deve essere impostata una dieta per dimagrire

Un corretto regime nutrizionale deve comprendere i seguenti macroelementi:

– carboidrati, comunemente conosciuti come zuccheri, che si distinguono in semplici (glucosio e altri) e complessi (amido e cellulosa); sono sostanze indispensabili per il sistema nervoso, di cui rappresentano l’umica fonte di nutrimento, ma anche per tutti gli altri apparati poiché partecipano attivamente a numerosi processi metabolici vitali; si trovano nella pasta, pane, cereali e riso e tutti i dolci;
– lipidi, meglio conosciuti come grassi, sono costituenti di alcuni tessuti dell’organismo e vengono implicati in molte reazioni metaboliche; quando la loro quantità supera il valore fisiologico, tendono ad accumularsi sotto forma di pannicoli adiposi costituiti da cellule denominate adipociti, che sono causa dell’aumento di peso; si trovano in tutti i cibi grassi, come carni grasse, insaccati, alcuni tipi di formaggio, condimenti come burro, lardo e strutto (di origine animale) e olio (di origine vegetale);
– proteine, sono macromolecole costituite da aminoacidi, che svolgono sia una funzione plastica in quanto costituenti di alcuni tessuti, che metabolica dato che partecipano a numerosi processi metabolici dell’organismo; si distinguono quelle di origine animale (derivanti da carne, pesce, latte, latticini e uova) e di origine vegetale (presenti nel legumi, nel latte di soia e derivati e nel germe di grano).

Accanto a questi macroelementi devono comparire dei microelementi come vitamine e minerali, indispensabili per assicurare il corretto svolgimento delle reazioni metaboliche dell’organismo.

Per il benessere del corpo è poi fondamentale garantire un’idratazione adeguata che deve comprendere l’introduzione di almeno due litri di liquidi al giorno; le cellule infatti non sono in grado di vivere senza acqua.

Rispettando tali presupposti è possibile impostare un programma dietetico ipocalorico finalizzato alla perdita dei chili di troppo; ogni individuo è caratterizzato da un peso ideale (normopeso) il cui valore viene calcolato in base ad una formula che tiene conto di numerose variabili; quando tale valore aumenta si parla di sovrappeso, una condizione che può cronicizzarsi con tendenza all’obesità.

E’ risaputo che molte malattie dipendono proprio da una scorretta alimentazione, sono patologie su base metabolica, anche piuttosto gravi, che sarebbe meglio prevenire; pertanto è necessario porre particolare attenzione al proprio regime dietetico per garantire benessere e salute all’organismo, evitando dannosi squilibri metabolici.

Esempi di dieta per dimagrire

Lunedì

Colazione: una tazza di latte scremato, quattro biscotti secchi preferibilmente integrali.
Spuntino: due kiwi oppure una mela.
Pranzo: 60 grammi di pasta di semola con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e passata di pomodoro; insalata mista di verdure di stagione.
Spuntino: uno yogurt magro.
Cena: vellutata di zucchine e sedano con un cucchiaio di parmigiano, due fette di pane integrale abbrustolito.

Martedì

Colazione: una tazza di latte di soia arricchito con un cucchiaio di cacao ed un pugno di fiocchi d’avena.
Spuntino: una ciotola di macedonia di frutta fresca.
Pranzo: risotto con carciofi preferibilmente con riso integrale, insalata di verdure cotte con un cucchiaio di olio extravergine di oliva e due fette biscottate integrali.
Spuntino: uno yogurt di soia alla frutta non zuccherato.
Cena: fiocchi di latte oppure ricotta magra con una porzione di ceci lessati, gallette integrali di riso.

Mercoledì

Colazione: tè verde e fette biscottate integrali con un cucchiaio di miele grezzo.
Spuntino: un’arancia oppure due kiwi.
Pranzo: 60 grammi di pasta corta condita con verdura (broccoli, zucchine, pomodori o melanzane), insalata di finocchi crudi con un cucchiaio di olio extravergine di oliva.
Spuntino: una mela o una banana piccola.
Cena: 100 grammi di bresaola con due fette di pane di segale, lenticchie e fagioli in insalata sconditi.

Giovedì

Colazione: una tazza di tisana allo zenzero con biscotti secchi integrali.
Spuntino: uno yogurt magro non zuccherato.
Pranzo: minestrone di verdure miste con riso integrale, arricchito con un cucchiaio di Parmigiano Reggiano ed un cucchiaio di olio extravergine di oliva.
Spuntino: macedonia di agrumi.
Cena: frittata di albumi con zucchine ed una porzione di piselli sconditi.

Venerdì

Colazione: latte scremato e due fette di pane integrale abbrustolito con un cucchiaio di marmellata d’arance.
Spuntino: un pompelmo.
Pranzo: fusilli integrali conditi con pomodori e melanzane, ed un cucchiaio di parmigiano; insalata mista di verdure crude condite con succo di limone.
Spuntino: uno yogurt di soia naturale.
Cena: 200 grammi di petto di pollo alla griglia con broccoli saltati in padella, una fetta di pane di segale.

Sabato

Colazione: latte di soia aromatizzato alla vaniglia, con fiocchi d’avena.
Spuntino: due kiwi.
Pranzo: riso integrale bollito con pomodori saltati in padella e Parmigiano Reggiano, insalata di carciofi crudi al limone.
Spuntino: una porzione di ricotta magra.
Cena: 200 grammi di orata al cartoccio con zucchine trifolate.

Domenica

Dieta libera pur rispettando i presupposti indicati sopra.

Approfondimenti:

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RICEVERE LE OFFERTE: CLICCA QUI


Redazione

Curiamo la redazione di Curarsibene.it con passione ed impegno, cercando di dare quante maggiori informazioni utili ai nostri lettori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PRODOTTO DELL'ANNO !SCOPRI DI PIU'