Cucina e alimentazione

Come preparare il succo mantenendo intatte le proprietà nutritive della frutta

Il fatto che frutta e verdura contengano principi nutritivi essenziali al nostro organismo è noto a tutti. Ciò che molti non sanno è che la presenza, nei vegetali, di fibre insolubili impedisce al corpo umano di prelevare dalla loro polpa tutti i nutrienti presenti.

Inoltre numerose vitamine si deteriorano rapidamente, motivo per cui il consumo di succhi di frutta confezionati limita la quantità di tali nutrienti disponibile. Per evitare tutte queste problematiche oggi è disponibile un nuovo elettrodomestico: l’estrattore di succo.

Cos’è un estrattore di succo


Un estrattore di succo è un elettrodomestico che permette di
trasformare in succo tutte le sostanze benefiche presenti nella frutta e nella verdura.

Si tratta di un’ apparecchiatura diversa dalle classiche centrifughe ma anche dagli spremiagrumi comunemente usati.

Le prime infatti funzionano con una modalità che porta a scaldare leggermente gli alimenti trattati, cosa che rovina buona parte delle vitamine in essi contenuti. Inoltre, come avviene con molti spremiagrumi, la centrifuga rimuove la maggior parte delle fibre che invece sono preziose per la nostra alimentazione.

L’estrattore di succo invece, funziona a bassa velocità, rispettando al massimo l’integrità di tutte le sostanze disponibili nei vegetali. Questo accessorio da cucina permette di spezzare le cellule di frutta e verdura, rendendo i sali minerali, le fibre solubili e le vitamine perfettamente assimilabili dall’organismo umano.

Il risultato


Il succo che
si ottiene con un estrattore è quindi molto più ricco di nutrienti rispetto a qualsiasi altro prodotto preparato con frutta e verdura. Preserva infatti tutti i nutrienti e li rende anche più facilmente assimilabili dal nostro intestino.

L’estrattore infatti non solo rompe le cellule ma elimina anche parte delle fibre insolubili, che sono spesso un ostacolo all’assimilazione di sali minerali e vitamine, nutrienti preziosi per la nostra salute. Il succo ottenuto con l’estrattore non è sempre limpido perché al suo interno troviamo anche parte della polpa e delle fibre solubili presenti nei vegetali.

Frutta e verdura per tutti


Tra i vantaggi ottenibili con un estrattore di succo c’è anche quello di rendere appetibili alimenti che alcuni soggetti non amano particolarmente. All’interno di un estrattore possiamo infatti
inserire anche verdure, come broccoli, finocchi o spinaci, così come semi, frutta secca o erba aromatiche.

Questi ultimi si aggiungono agli estratti di frutta e verdura per renderli più piacevoli non solo come sapore ma anche come consistenza. Il risultato dipende ovviamente dall’estrattore che si sceglie, potrà quindi essere più fluido o più corposo, a seconda delle proprie preferenze.

In commercio si trovano estrattori che consentono di restituire nell’estratto circa il 90% del peso iniziale della frutta e della verdura inserite, aumentando ovviamente la percentuale di nutrienti resi disponibili per la digestione.

Preparare un buon estratto

Nell’estrattore possiamo introdurre tutti gli alimenti vegetali che si possono consumare crudi. Per un risultato ottimale è possibile anche mescolare diversi alimenti, ad esempio frutta saporita e gustosa con verdura che non tutti amano. In questo modo è più facile far assumere verdura anche ai bambini o a coloro che non la amano.

Post in collaborazione con Philips

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PERDI PESO da soli 39 €SCOPRI DI PIU'