SESSO

Come fare se lui non ha erezione? Rimedi e consigli

Come fare se lui non ha erezione?

É sicuramente questa la domanda che ci si pone se non si è potuto avere un rapporto sessuale normale per la mancanza di erezione da parte dell’uomo.

PROBLEMI DI EREZIONE?

PRODOTTI SIMILI (clicca sul nome del prodotto)

Prima di rispondere a questa domanda è però necessario indagare quali sono le possibili cause che hanno portato a questa défaillance.

L’impotenza maschile può infatti rivelare un problema fisico, un disturbo psicologico che merita attenzione medica o solo un momento di disagio tranquillamente superabile.
Ecco allora cosa fare nelle diverse circostanze.

Come fare se lui non ha erezione per problemi di salute

Una disfunzione erettile, che ha un origine fisica, deve essere innanzitutto correttamente diagnosticata.
Si caratterizza per un’assenza pressoché totale di erezione. Deve entrare in allarme il maschio che non riesce ad eccitarsi in nessuna circostanza e che non ha erezioni notturne.

Questa forma di impotenza può manifestarsi in presenza di patologie neurologiche, in uomini che soffrono di diabete mellito o epatite cronica e in quelli che sono affetti da insufficienza renale cronica.
Può inoltre verificarsi a seguito di traumi meccanici che hanno interessato la zona del pene.
In tutti questi casi la mancanza di erezione è parte di un quadro clinico più complesso che deve essere discusso con gli specialisti del caso.

Cosa fare se lui non ha erezione per un disagio psicologico

Una volta esclusa una causa fisica, la mancanza di erezione è senza dubbio l’espressione di un disagio psicologico costante o occasionale.
In ogni caso può rappresentare un problema enorme per la coppia.

Per lui questa situazione può generare una forte frustrazione e un crollo della stima di sè per l’incapacita di iniziare e portare a termine un rapporto sessuale e, d’altra parte, anche per lei può essere fonte di insoddisfazione sia per l’impossibilità di appagare i propri bisogni erotici nell’ambito della coppia sia perché può generare un sentimento di inadeguatezza nel far eccitare il proprio partner.

Anche in questo caso occorre effettuare un indagine approfondita per distinguere un disagio temporaneo, legato ad una circostanza, che non favorisce l’erezione da una situazione consolidata dove portare a termine un rapporto sessuale è diventato complicato.

Le cause psicologiche che generano un disagio di natura sessuale nell’uomo possono essere tante.
Innanzitutto bisogna distinguere il caso in cui l’uomo è alle prime esperienze da quello in cui il maschio ha già avuto una vita sessuale appagante e in maniera improvvisa manifesta disfunzioni.
Chi infatti ancora non ha provato le gioie del sesso potrebbe essere inibito dalle sue stesse aspettative e da quelle della sua partner.
Un uomo adulto potrebbe invece essere provato da una situazione che ha minato la sua stima.

Per un uomo molto orgoglioso, anche un solo episodio in cui non è riuscito, per varie ragioni, a soddisfare la partner potrebbe aver generato un vero e proprio terrore di essere divenuto impotente e aver portato ad una forte inibizione involontaria nei confronti del sesso.

Se nelle circostanze più favorevoli un uomo non riesce a raggiungere e mantenere un’erezione è necessario che veda un sessuologo e intraprenda un percorso terapeutico.

PROBLEMI DI EREZIONE?

PRODOTTI SIMILI (clicca sul nome del prodotto)

Cosa fare se lui non ha un’erezione occasionalmente

Quando nulla lascia sospettare che ci sia un impotenza maschile, ma nel momento di avere un rapporto sessuale lui non ha un’erezione possono generarsi situazioni molto imbarazzanti.
Sia in una coppia stabile che per due partner occasionali l’impossibilità di completare un rapporto sessuale che si desiderava genera disagio in entrambe i partner e una frustrazione che può avere ripercussioni negative per la vita della coppia.

In questo caso occorre prima di tutto individuare le cause che possono generare disagio.
Il sesso andrebbe vissuto come un gioco e praticato in un momento di spensieratezza.
Troppo spesso è invece vissuto come un qualcosa da fare ad ogni costo anche se le circostanze non sono favorevoli.

La mancanza di erezione può senza dubbio essere legata alla stanchezza. Un uomo che ha avuto una giornata di lavoro difficile ed è già stressato all’idea di doversi alzare presto il mattino seguente potrebbe non riuscire ad eccitarsi.
Una disfunzione può manifestarsi se le circostanze non sono favorevoli in casa. Alcune coppie cercano di fare sesso mentre i bambini dormono, ma se questi si svegliano continuamente interrompendo il momento di romanticismo l’uomo potrebbe non sentirsi a suo agio.
Altre coppie, specie le più giovani, fanno sesso in casa anche quando sono presenti i loro genitori e questo può inibire un ragazzo.
Ancora può capitare che lei sia troppo diretta e non dia il tempo all’uomo di mettersi a suo agio.
E poi vanno considerate quelle circostanze in cui l’uomo potrebbe sentirsi in colpa. Ad esempio se si cerca di consumare un rapporto dopo il timore di una gravidanza indesiderata o se lui ha una moglie e sta cercando di tradirla.

Tutte queste situazioni potrebbero impedire all’uomo di avere un’erezione e completare regolarmente un rapporto sessuale.

Ma cosa fare in questi casi?

Innanzitutto è indispensabile mantenere la calma. Reazioni rabbiose, insulti o considerazioni poco delicate possono generare veri e propri traumi psicologici nell’uomo.

La donna deve quindi cercare di mantenere un atteggiamento dolce e comprensivo.
Se ci si accorge che lui ha difficoltà si può dare un po’ di spazio alla dolcezza. Qualche bacio e qualche carezza potrebbero infatti scaldare l’atmosfera.
In funzione delle circostanze si può decidere di rinviare il piacere ad un momento più favorevole. La partner può rendersi partecipe del disagio dell’uomo constatando che è meglio aspettare un momento migliore, magari quello in cui i bambini hanno un sonno più pesante o quando i genitori saranno fuori o quando arriverà il fine settimana in cui si è più riposati.

In altri casi si possono praticare giochi erotici alternativi in cui non è necessariamente richiesta la penetrazione. Lei può, ad esempio, guidare le mani di lui dentro di sè e raggiungere ugualmente l’orgasmo o tentare di avere un rapporto orale.
Mostrare di aver appagato ugualmente il bisogno di piacere rassicurerà l’uomo in merito alle sue capacità di soddisfare la compagna.

Conclusioni

Dopo un episodio di mancanza di erezione sarà utile tentare un nuovo approccio in un ambiente intimo e in condizioni psicologiche rilassate. Un abbigliamento sexy e la giusta gradualità nei preliminari dovrebbero risolvere il problema.

PROBLEMI DI EREZIONE?

PRODOTTI SIMILI (clicca sul nome del prodotto)

Tags

Redazione

Curiamo la redazione di Curarsibene.it con passione ed impegno, cercando di dare quante maggiori informazioni utili ai nostri lettori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.