Salute

Addio terapie tradizionali: combatti la depressione post parto con il canto

Uno studio pubblicato sul British Journal of Psychiatry conferma questa nuova terapia

La depressione post parto non è un vero e proprio disturbo, ma si tratta di una vera condizione fisiologica che è molto frequente tra le donne. Colpisce in media dal 7 al 12% delle donne che sono da poco diventate mamme.

Questo profondo senso di tristezza che colpisce le neo madri viene correlato alla mancanza di sonno, in alcuni casi all’allontanamento dal lavoro, ma anche al cambio vita e all’alterazione ormonale. I sintomi più comuni sono la scarsa capacità di concentrarsi, iperattività motoria o mancanza di energia, la bassa autostima, sensi di colpa e vergogna. Tutto ciò può portare la madre ad avere grandi mancanze  di interazione con il proprio bambino.

Spesso si cerca di capire come poter uscire da tale condizione fisiologica, ma oltre alle terapie tradizionali è stata da poco fatta un’interessante scoperta.

Cantare aiuta a migliorare le condizioni delle mamme dopo il parto

Uscire dal tunnel della depressione post parto è possibile e soprattutto molto piacevole. Lo dice uno studio pubblicato sul British Journal of Psychiatry, secondo il quale basterebbe cantare per notare importanti miglioramenti. La ricerca inglese, che è stata condotta dai ricercatori dell’University College di Londra, ha fatto notare quanto segue. Le donne riescono a uscire dalla sindrome post-partum se cantano insieme ai propri figli.

I ricercatori hanno lavorato con alcune neomamme che soffrivano di depressione, a livello medio grave. Sono state suddivise i tre gruppi: il primo con donne che si sottoponevano a sedute collettive di canto. Queste donne, nello specifico, partecipavano insieme ai propri bebè. Nel secondo si trovavano mamme che partecipavano a sessioni di gioco creativo, mentre nell’ultimo coloro che si sono sottoposte a terapie tradizionali.

Che cosa dimostrano i risultati dello studio sulla depressione post parto

Tutte le donne che hanno partecipato alla ricerca hanno ottenuto alcuni miglioramenti. Ma il primo gruppo ha ottenuto risultati ancor più soddisfacenti. Dopo aver partecipato alle sessioni di canto per un mese e mezzo, i sintomi depressivi erano già calati del 35%. Gli altri due gruppi hanno ottenuto gli stessi risultati ma nel giro di 10 settimane.

L’autrice dello studio, Rosie Perkins, ha sottolineato che il canto è quindi un metodo interessante per rendere più veloce il recupero delle mamme. La loro vulnerabilità in un periodo tanto delicato tende così a migliorare nel breve periodo.

Si tratta di un dato incoraggiante, soprattutto se pensiamo che la depressione post-partum influenza generalmente tutto il nucleo familiare, non solo la mamma.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RICEVERE LE OFFERTE: CLICCA QUI


Tags

Alessandra

Web writer nata e cresciuta a Bologna, tra tortellini e canzoni di Lucio Dalla e Gianni Morandi. Studentessa di Lettere Moderne con la passione per la scrittura.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PRODOTTO DELL'ANNO !SCOPRI DI PIU'