CADUTA CAPELLI

Capelli: l’autotrapianto, un rimedio efficace e duraturo al problema della calvizie

Una volta tentate tutte le soluzioni per rigenerare il cuoio capelluto e combattere la calvizie, senza aver ottenuto il benché minimo risultato, non resta che valutare l’approccio chirurgico e considerare il trapianto di capelli.

Oggi il trapianto dei capelli, nonostante rappresenti l’intervento estremo laddove hanno fallito anche le cure più efficaci, è il sistema più accreditato per risolvere definitivamente il problema del diradamento della chioma o l’inesorabile caduta.

Il trapianto è una procedura indolore eseguita in anestesia locale a livello ambulatoriale nei centri e nelle cliniche specializzate. Chi opta per il trapianto può scegliere fra diverse tecniche decisamente poco invasive, i cui risultati sono assicurati, e una volta ultimato l’intervento il paziente è libero di tornare a casa senza dover restare diversi giorni in osservazione.

Tre diverse tecniche per un risultato di successo

Proposto per la prima volta dal Dr. Okuda nel 1939 il trapianto di capelli è stato poi perfezionato dal dottor Norman Orentreich, che nel 1959 presentò l’innovativa tecnica di innesti con ‘punteruolo’ all’Accademia delle scienze di New York. Da quel momento il trapianto di capelli si è sviluppato grazie a nuove tecniche, tre essenzialmente, che basano la loro differenza sul metodo di estrazione e impianto dei capelli.

Parliamo di:

. Tecnica FUE (Follicular Unit Extraction);

. Tecnica FUT (Follicular Unit Transplantation);

. Tecnica Choi Pen.

Attualmente il trapianto di capelli nelle zone colpite dal diradamento può essere considerato la soluzione più efficace e duratura per risolvere il problema della calvizie.

La tecnica FUE o Microfue (Follicular Unit Extraction), garanzia di un risultato del tutto naturale

Punta di diamante fra le tecniche di autotrapianto di capelli è sicuramente la soluzione d’estrazione FUE o Microfue (Follicular Unit Extraction).

Il metodo è garanzia di successo. I risultati sono ottimali e il paziente potrà tornare a godersi una chioma del tutto naturale.

La pratica chirurgica di autotrapianto è una proposta innovativa e poco invasiva. Una tecnica grazie alla quale si procede al prelevamento diretto di singole unità follicolari tra la zona occipitale e parietale del capo e il successivo impianto nella zona che richiede l’innesto.

La tecnica FUE ha ottime percentuali di riuscita. “Si calcola che in media il 90-100% dei bulbi innestati nell’area frontale e il 70-80% dei bulbi innestati nel vertice o corona attecchiscono e producono capelli forti e sani – ci spiegano i medici del team appartenente ad una clinica fra le più accreditate nel settore con sede ad Istanbul –“.

La qualità delle cliniche turche, dove è possibile ottenere trattamenti estetici all’avanguardia, è paragonabile a quella delle migliori cliniche europee ma vanta costi decisamente più convenienti. Per saperne di più può essere utile raccogliere informazioni su Trapiantodicapelliistanbul.it

Una singola sessione di intervento

Il metodo FUE garantisce un risultato soddisfacente anche con una sola sessione di intervento. Si procede estraendo i follicoli uno per uno manualmente, grazie all’uso di uno speciale strumento chirurgico. Si tratta del metodo migliore per non lasciare segni o cicatrici, grazie ad una procedura che non prevede tagli ma semplici innesti.

I capelli vengono prelevati dalla zona occipitale e parietale, che vanta la maggiore densità di capelli. L’area posteriore del capo viene inoltre scelta perché è quella dove i bulbi restano produttivi a vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PERDI PESO da soli 39 €SCOPRI DI PIU'