Dimagrire

Aloe Ferox Controindicazioni da conoscere

Che cos’è l’Aloe Ferox?

L’Aloe Ferox, nota anche con il nome di Aloe rossa o di Aloe amara, è una pianta selvatica succulenta di origine sudafricana appartenente alla famiglia delle Aloeaceae che si contraddistingue per le foglie appuntite, polpose e assai spesse che presentano delle spine di colore rosso tendente al marrone lungo i bordi.aloe ferox prodotto

Inoltre l’Aloe Ferox si caratterizza per la ricchezza di nutrienti e di principi attivi, ad esempio le vitamine del gruppo B, il betacarotene, la colina, l’acido ascorbico, il tocoferolo, l’acido uronico, gli acidi grassi, l’aloesina, l’aloina, l’emodina, l’inositolo, il ferro, il calcio, il magnesio, lo zinco, il manganese, i carboidrati, i polisaccaridi, i flavonoidi, gli enzimi, i lipidi e gli aminoacidi.

Dunque questa pianta spontanea presenta delle proprietà terapeutiche rilevanti per la salute umana, infatti è utile nella prevenzione, nella terapia, nel contenimento e nel miglioramento dell’anemia, del diabete, dell’ulcera allo stomaco, dell’epatite, dell’asma, dell’obesità e dell’osteoartrite (artrosi). In aggiunta l’Aloe Ferox permette di potenziare le difese immunitarie, la flora batterica intestinale e il rinnovo cellulare.

Tuttavia l’Aloe Ferox può anche presentare delle controindicazioni e degli effetti indesiderati da non sottovalutare.

A questo proposito quali sono le controindicazioni da conoscere prima di comprare e assumere tale pianta succulenta proveniente dal Sudafrica? Per risposta è utile leggere il seguente articolo sull’Aloe Ferox: controindicazioni da conoscere.

Quali sono le controindicazioni da conoscere sull’Aloe Ferox?

Come ogni altra pianta sfruttata in erboristeria, nelle medicine alternative e in fitoterapia anche l’Aloe Ferox, che viene venduta in gel, succo, compresse, capsule e fiale, può presentare degli effetti collaterali, delle interazioni farmacologiche e delle controindicazioni da conoscere per non incorrere in problemi di salute più o meno gravi.

Difatti l’Aloe Ferox contiene delle sostanze lassative dette antrachinoni talvolta irritanti per l’intestino umano, inoltre se la pianta viene assunta in dosi eccessive risulta persino tossica o letale, ma in questi casi si parla dei risultati di esperimenti fatti su cavie da laboratorio.

Ebbene le controindicazioni da conoscere prima di assumere l’Aloe Ferox, che ha proprietà detox, dimagranti, rinvigorenti, energetiche, antiossidanti, idratanti, sazianti, antitumorali, lenitive, immunostimolanti, antibatteriche, antimicotiche, digestive, drenanti, brucia grassi, antinfiammatorie e lassative, riguardano:

le allergie, in particolare occorre fare attenzione all’allergia verso la famiglia delle Liliaceae;

l’allattamento poiché tale pianta medicinale rende il latte materno amaro e quindi poco appetibile e salutare per i bambini;

il diabete perché l’Aloe Ferox può interferire sul metabolismo del glucosio abbassando troppo i livelli della glicemia, ossia della concentrazione di zucchero nel sangue;

le emorroidi gonfie o infiammate del canale anale;

la gastrite, che è un’infiammazione della mucosa che riveste lo stomaco;

la gravidanza poiché si tratta di una condizione già di per sé delicata sia per la sopravvivenza e la salute del feto, infatti potrebbe verificarsi l’aborto o la malformazione del feto stesso, sia per lo stato di benessere della madre;

ipersensibilità intestinale;

le malattie cardiovascolari, ad esempio l’ischemia e l’infarto del miocardio, gli aneurismi cerebrali o la trombosi venosa;

le mestruazioni perché tale pianta fitoterapica può aumentare eccessivamente il flusso sanguigno;

le malattie infiammatorie dell’intestino sia acute sia croniche come l’appendicite, la rettocolite ulcerosa, il morbo di Crohn, l’enterite o il tumore maligno;

le problematiche ai reni, ad esempio i calcoli o l’insufficienza renale;

il consumo di alcolici e/o di droghe poiché possono amplificare gli effetti dell’Aloe Ferox;

la guida di veicoli se si utilizzano anche dei sonniferi o dei farmaci per abbassare la pressione oppure se si avvertono degli effetti collaterali dopo l’assunzione della pianta medicinale quali capogiri, sopore o dolori alla testa;

le predisposizioni ai disturbi intestinali nei bambini di età inferiore ai 10 anni di età che presentano facilmente sintomi quali crampi, dolori o diarrea;

i tumori cutanei poiché pare che la pianta li favorisca a causa del suo contenuto in emodina, un antrachinone che viene stimolato dalle radiazioni solari o di altra natura;

le varici.

In merito alle precauzioni d’uso e alle controindicazioni da conoscere sull’Aloe Ferox è necessario sottolineare che prima di assumere la pianta bisogna rivolgersi a un medico erborista per un aiuto sui corretti dosaggi.

Infatti è opportuno informare l’erborista o il farmacista delle patologie, allergie o intolleranze di cui si soffre e dei farmaci e degli integratori che si stanno già prendendo così da farsi prescrivere i giusti dosaggi del preparato a base d’Aloe Ferox prevenendo i possibili effetti collaterali.

Ciò significa che il medico potrebbe anche sconsigliare l’ingestione della pianta. Oltretutto alcune settimane che precedono un’operazione chirurgica è meglio sospendere l’assunzione dell’Aloe Ferox per prevenire delle interazioni farmacologie o delle emorragie.

Quali sono gli effetti indesiderati che può provocare l’Aloe Ferox?

Fra gli effetti collaterali conseguenti all’assunzione dell’Aloe Ferox che potrebbero presentarsi in alcuni soggetti in modo più o meno intenso anche se raro e per lo più correlati a un suo consumo prolungato o eccessivo bisogna evidenziare i seguenti sintomi:

– l’assopimento;
– il cancro alla pelle;
– la dermatite;
– la diarrea;
– la disidratazione;
– i disturbi intestinali;
– i dolori alla testa;
– i livelli di potassio nel sangue troppo bassi;
– l’ipotensione;
– i mancamenti;
– la mancanza di forza muscolare;
– la melanosi del colon;
– il calo di peso corporeo;
– la perdita di sali minerali;
– i problemi cardiocircolatori;
– le reazioni allergiche;
– la possibile riduzione o amplificazione dell’assorbimento di alcuni farmaci;
– le improvvise variazioni della glicemia.

Per terminare riguardo agli effetti indesiderati e alle controindicazioni da conoscere sull’Aloe Ferox è bene ricordare di non prendere mai dosi eccessive o troppo frequenti della pianta ma di seguire attentamente i consigli del medico o delle istruzioni riportate sulle confezioni oppure sui bugiardini.

Inoltre è anche il caso di fare attenzione alle interazioni farmacologiche, consiglio molto importante per chi prende l’insulina, il cortisone, i farmaci cardioattivi o diuretici e per chi consuma di frequente gli integratori lassativi, ad esempio quei preparati farmaceutici, erboristici o fai da te a base di olio di ricino oppure contenenti senna o liquirizia.

aloe ferox prodotto

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RICEVERE LE OFFERTE: CLICCA QUI


Tags

Redazione

Curiamo la redazione di Curarsibene.it con passione ed impegno, cercando di dare quante maggiori informazioni utili ai nostri lettori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sgonfia la Pancia ed Elimina i GrassiSCOPRI DI PIU'